lunedì 20 novembre 2017

Curate Kemal

In genere preferisco non segnalare iniziative che riguardano una unica personale vicenda, ma storie come questa sono frequenti e forse vale la pena investire anche su un principio che potrebbe attestarsi nel tempo. 
La storia riguarda un ragazzo cresciuto in Italia con permesso umanitario a causa della guerra in Bosnia, ora malato di tumore e destinato a rientrare nel Paese d'origine a causa della fine della guerra, dove però non potrebbe essere operato. 

lunedì 13 novembre 2017

Sd4Africa

Qui non si firma ma si agisce e ci metto una personale sponsorizzazione perché ho veramente preso a cuore l'iniziativa, appena appena sbarcata in Italia e degna di grande risonanza e diffusione. 
La ong Uridu raccoglie le mini-sd (schede di memoria per smartphone) inutilizzate, anche di volume minimo, per registrare su di esse in lingue locali informazioni di base su igiene, educazione, gestione della famiglia; le inserisce in lettori mp3 solari e le fa avere alle donne analfabete dell'Africa rurale e non solo.
Per info e indirizzo di spedizione:
Consiglierei personalmente di avviare una raccolta e fare una spedizione unica. 
Il primo ed unico punto di raccolta noto ad ora è a Rastignano (BO). 

Paolo Gentiloni: sfida l'ingiustizia

Altra richiesta di mettere fine ai privilegi derivanti dai cosiddetti paradisi fiscali, che impoveriscono Paesi e cittadini. Questa volta l'iniziativa è di Oxfam che chiede una revisione del sistema fiscale globale articolato su punti definiti. 

venerdì 10 novembre 2017

Basta. Paradisi. Fiscali. Ora!

Richiesta ai leader del G20 di mettere fine ai privilegi dati dai paradisi fiscali che sottraggono risorse (tasse) a chi rispetta le regole. 

mercoledì 8 novembre 2017

Una proposta di legge contro l'uso di pesticidi ed erbicidi in città

Per limitare i danni sulla salute umana si chiede al Presidente del Consiglio di agire per una proposta di legge che vieti l'uso di erbicidi e pesticidi in città (speriamo che la legga anche qualche Parlamentare...)

venerdì 3 novembre 2017

SONDAGGIO DELLA DIREZIONE GENERALE DELL’AMBIENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA SUL COMMERCIO DELL’AVORIO NELL’UNIONE EUROPEA (UE)

E questa fa il paio con la segnalazione di ieri.
L'Unione Europea ha promosso una consultazione pubblica sul commercio dell'avorio:, alla quale si può aderire come privati o organizzazioni rispondendo entro dicembre ad un questionario. 
In Europa ci sono già molti divieti grazie alla convenzione CITES ma si può fare di più.

Per un impatto più forte, si può leggere qui qualche suggerimento.

giovedì 2 novembre 2017

Hong Kong: la fine dell'avorio, non degli elefanti!

Il Governo di Hong Kong sta pensando di vietare il commercio di avorio alla luce delle centinaia di elefanti uccisi per via delle loro zanne. Le firme raccolte su avaaz.org hanno lo scopo di spingere in questa direzione contrastando la forza delle lobby che vi si oppongono.