mercoledì 30 dicembre 2015

Stop ai trasferimenti di armi in Yemen!


Nel 2015 sono iniziati bombardamenti su obiettivi militari ma anche civili (scuole per esempio) in Yemen, ad opera di una coalizione a guida saudita. E' dimostrato che le armi di quest'ultima vengono in ordine da USA, UK e Italia ($ 331.256.631). 

Amnesty International lancia una petizione per chiedere al Ministro Gentiloni di sospendere la fornitura di armi e in particolare delle già vietate bombe a grappolo, di attivarsi anche con USA e UK per arrivare ad un trattato sul commercio delle armi e di avviare indagini sulla violazione del diritto internazionale da parte della coalizione stessa. 

mercoledì 23 dicembre 2015

Stop al massacro delle balene nelle isole Fær Øer

La petizione chiede alla Danimarca di interrompere la mattanza delle balene, specie protetta dall'UE, in quanto pratica barbara e crudele, non finalizzata alla sopravvivenza umana, che si serve di fondi comunitari per essere svolta in sicurezza.

venerdì 18 dicembre 2015

Tonno in trappola. Mareblu non mantiene le promesse

Tuna Shopping GuideMareblu si era impegnata a produrre dal 2016 solo tonno sostenibile. Essendo ad ora allo 0,2% dell'obiettivo, Greenpeace ha lanciato una raccolta firme per chiederle di vendere solo pescato che rispetti l'ecosistema. Inoltre, a seguito di recenti violazioni da parte della Thai Group, chiede anche garanzie circa i diritti dei lavoratori nei suoi stabilimenti. 

mercoledì 9 dicembre 2015

Ministri: trovate l'accordo per il 100% di energie pulite

Al link che segue potete sottoscrivere la richiesta ai Ministri riuniti a Parigi per parlare del clima di attivarsi per raggiungere nei prossimi anni il 100% di energie pulite, aggiungendo un messaggio alla propria firma (ci sono alcuni spunti). 

lunedì 7 dicembre 2015

Ripuliamo l'Europa dalla crudeltà


La lav promuove una petizione per chiedere lo stop delle sperimentazioni sugli animali dei prodotti detergenti (già ottenuto per quelli cosmetici). 

mercoledì 2 dicembre 2015

Musulmano non significa terrorista

Non una petizione ma un video in risposta all'ignoranza che assilla le nostre televisioni in questi giorni. 

lunedì 30 novembre 2015

C'è chi spreca e c'è chi muore

Ancora manca una legge che imponga ai supermercati di donare il cibo che altrimenti verrebbe buttato ad enti non profit. 

giovedì 26 novembre 2015

Buy nothing day 2015

Domani, 27 novembre, è il giorno del non acquisto. Quest'anno coincide con il "black friday" ovvero un giorno dedicato allo shopping con offerte speciali. Per disintossicarsi dalla trappola del consumismo. 

martedì 24 novembre 2015

Demand the European Union takes a stand against slavery in Mauritania

Biram1In Maurutania esiste ancora il problema della schiavitù. La petizione vuole spingere l'UE a continuare a dare aiuti finanziari ma solo condizionatamente al rispetto dei diritti umani. 

lunedì 23 novembre 2015

Quanti schiavi lavorano per te?

Io di schiavi ne ho circa 43, ovviamente non lo sapevo. 
Al sito slaveryprints.org    potete fare il test scoprendo così quanto di ciò che possedete e del vostro stile di vita è stato prodotto in condizioni di sfruttamento del lavoro. 
Purtroppo è veramente difficile tracciare tutta la filiera e fare acquisti consapevoli. Per questa ragione al termine del test è possibile sottoscrivere la richiesta a molte aziende di diventare "eroi nella lotta per la libertà" e leggere i nomi di quelle che già lo hanno fatto.

venerdì 20 novembre 2015

Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti

21-29 novembre 2015 Eccoci all'inizio della settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Questa volta il tema è la "dematerializzazione". Chi volesse partecipare segnalando un'iniziativa concreta o copiando idee può farlo sulle pagine di Legambiente: http://www.legambiente.it/contenuti/articoli/settimana-europea-la-riduzione-dei-rifiuti-2015 

giovedì 19 novembre 2015

Nous sommes unis


Su avvaz.org c'è la possibilità di lasciare un messaggio dopo gli attacchi a Parigi e a Beirut. 
Per testimoniare i valori di libertà, tolleranza, rispetto, verrà tutto fisicamente portato nelle piazze di Francia e Libano.

mercoledì 11 novembre 2015

Chiedi a Obama di consentire l'investigazione indipendente su bombardamento dell'ospedale di Kunduz

Poco più di un mese fa in Afghanistan è stato attaccato un ospedale di Medici Senza Frontiere, provocando gravi danni e 22 morti tra operatori e pazienti, oltre a vari feriti. 
Gli USA, la NATO e il governo afghano hanno avviato un'inchiesta, ma MSF vorrebbe che vi fosse un'indagine internazionale indipendente; con questo obiettivo ha promosso la petizione rivolta direttamente al Presidente Obama affinché dia il suo consenso.

lunedì 2 novembre 2015

Vogliamo il vero Made in Italy

Dopo aver scoperto che è possibile acquistare pomodoro al 100% cinese dichiarato al 100% italiano solo perché lavorato qui, Le Iene promuovono una raccolta firme con cui chiedere al Presidente del Consiglio e al Ministro dell'Agricoltura di attivarsi: serve che si dichiari la provenienza degli ingredienti anche sui prodotti in scatola!

mercoledì 28 ottobre 2015

H&M: agire per la sicurezza dei lavoratori1

Nelle fabbriche del Bangladesh, dove vengono prodotti i vestiti per H&M, i lavoratori non sono ancora in condizioni di sicurezza. Ci sono stati morti in passato e altri potrebbero essercene in futuro. Per questo l'iniziativa sollecita H&M ad attivarsi maggiormente in questa direzione. 
Sono comparsi articoli anche su La Stampa e Il fatto quotidiano. 

mercoledì 21 ottobre 2015

Ferma il TTIP!

Greenpeace sta promuovendo una ulteriore raccolta firme, destinate ai parlamentari italiani in Europa, per evitare che approvino questo accordo. 
L'accordo metterebbe infatti in discussione le norme attuali di sicurezza alimentare e in seria difficoltà l'agricoltura sostenibile e i piccoli coltivatori, incentivare ancora l'uso del petrolio, eliminare i limiti precauzionali all'uso di alcune sostanze chimiche. http://www.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-ttip/


giovedì 17 settembre 2015

Comitato Olimpico Internazionale: salvate le foreste

Nella Korea del Sud è in corso la distruzione di una foresta secolare per costruire una pista da sci olimpionica. Le firme sono rivolte al Comitato Olimpico Internazionale perché rispetti l'impegno ad organizzare "olimpiadi verdi e sostenibili". 
https://secure.avaaz.org/it/save_ancient_korean_forest_loc/

mercoledì 9 settembre 2015

domenica 6 settembre 2015

Unione Europea: basta morti

Questa iniziativa ospitata da Avaaz.org chiede ai governi dell'Unione una politica globale per salvare i rifugiati, ridistribuendoli tra i diversi Paesi e garantendo la sicurezza nelle operazioni di salvataggio.

giovedì 23 luglio 2015

Rachel's Road to Recovery

Segnalo il  sito nato per aiutare Rachel, gravemente anoressica, a ricevere le cure che potrebbero salvarle la vita.

martedì 7 luglio 2015

Stop allo spreco alimentare in Europa

La precedente petizione, che chiedeva una legge contro lo spreco alimentare, ha assunto carattere europeo. Chi avesse sottoscritto la precedente, è invitato ora ad aderire a questa iniziativa più ampia. 

lunedì 22 giugno 2015

Emergenza migranti: no all'Europa e alle regioni che respingono

Le firme sono destinate al Ministro Alfano, cui si chiede che affronti l'emergenza migranti stimolando i Comuni e le Regioni ad attivarsi con iniziative di solidarietà in accordo con il Governo e di stimolare l'Europa a rispettare il disegno dei suoi padri fondatori. 

venerdì 5 giugno 2015

Allarme Natura!

Legambiente, Lipu e wwf, insieme a moltissime altre associazioni ambientaliste, lanciano l'allarme per l'ipotesi di allentamento delle norme europee che tutelano la biodiversità. 
E' stato però richiesto il parere dei cittadini dalla Commissione Europea. 
Ci si può esprimere fino a 24 luglio 2015. https://www.naturealert.eu/it

mercoledì 3 giugno 2015

Appello a difesa della scuola pubblica

Nuova iniziativa in difesa della scuola pubblica rivolta innanzitutto ai senatori del pd, in cui si chiede il ritiro dell'attuale ddl ovvero la revisione dei punti critici elencati uno per uno. 

mercoledì 27 maggio 2015

C'è chi spreca e chi muore: approviamo una legge contro gli sprechi alimentari


Sull'esempio della Francia questa raccolta firme intende sostenere un'ipotesi di legge che obblighi supermercati e grande distribuzione a regalare a mense per i poveri o associazioni di volontariato il cibo in scadenza che rimarrebbe invenduto. 

mercoledì 13 maggio 2015

Famiglie rifiuti zero cercasi

Segnalo questa interessante iniziativa del gas di Faenza (già ne avevo accennato nelle settimane scorse) che può essere seguita anche a distanza nonché copiata da altri gruppi. Si può aderire anche ora nonostante la data ufficiale di inizio sia passata. 


martedì 12 maggio 2015

Fermare la violenza sugli animali - salvare vite umane

Su avaaz è presente una iniziativa che chiede di contenere l'uso indiscriminato di antibiotici su animali sani, a scopo preventivo, che rischiano di creare batteri resistenti a danno degli animali e dei consumatori. 


mercoledì 6 maggio 2015

Fermate le morti in mare

L'iniziativa chiede all'Europa di attivare soccorsi in mare ad ampio raggio e di creare corridoi umanitari per chi scappa da guerre e persecuzioni, contrariamente a quanto sta avvenendo ora (anche dopo l'ultimo incontro UE). 

lunedì 20 aprile 2015

La NOSTRA buona scuola

Tra le tante giustificate critiche alla riforma di Renzi, che abolisce organi collegiali e dà potere assoluto al Dirigente, ne propongo una che illustra molto bene la condizione dei precari di terza fascia, esclusi (nonostante le promesse) dal lavoro se quanto annunciato andasse in porto. 
L'iniziativa propone alcuni punti fondamentali per l'assunzione degli insegnanti. https://www.change.org/p/presidente-del-consiglio-matteo-renzi-la-nostra-buona-scuola


venerdì 3 aprile 2015

Pasqua: lascialo vivere


Come ogni anno vari sono gli appelli per chiedere di rinunciare alla consueta strage di agnelli e capretti. 

Una per tutte quella della Lav: http://www.lav.it/news/pasqua-flash-mob

mercoledì 1 aprile 2015

Salviamo lo Stelvio, uno dei più antichi parchi naturali italiani


Un recente accordo prevede la suddivisione del parco -il più grande tra i parchi alpini- tra più enti territoriali, diventando così tre parchi distinti e mettendo a rischio la sua esistenza.
Più iniziative stanno provando ad evitare questo percorso, che già nel 2012 venne bloccato dal Presidente Napolitano.
La campagna presente su change.org chiede a Matteo Renzi di non permettere che questo accada.

martedì 17 marzo 2015

Chi inquina paghi


La legge sugli ecoreati è stata approvata al Senato ed è ora alla Camera in attesa del voto. Legambiente invita a far pressione perché il testo non venga cambiato. 

venerdì 13 marzo 2015

Stop al vitalizio per i politici condannati per mafia o corruzione

Sulla scia di analoghe iniziative già diffuse in passato, questa raccolta firme chiede ai parlamentari di cessare l'erogazione di vitalizi per i condannati. 
Vale la pena riportare alcuni esempi per capire meglio di che stiamo parlando. 



Sono solo alcuni dei tanti clamorosi esempi che potrete trovare qui: http://www.riparteilfuturo.it/blog/in-evidenza/stopvitalizio-ex-parlamentari-condannati?

lunedì 9 febbraio 2015

Benetton: basta morti per il Made in Italy

Il riferimento è al famosissimo "incidente" del 2013 in Bangladesh al "Rana Plaza", edificio di 8 piani in cui si trovava una fabbrica di abbigliamento che crollò provocando più di 1000 morti e più di 2000 feriti. Ne è seguito un accordo storico per la tutela dei lavoratori e un risarcimento ai familiari delle vittime da parte delle multinazionali per cui queste persone lavoravano. Tranne Benetton, che ad oggi ancora si rifiuta di assumersi responsabilità. 
Su avaaz c'è un'iniziativa per fare pressione: https://secure.avaaz.org/it/benetton_pay_up_loc/


giovedì 5 febbraio 2015

Sprecare non è divertente

Oggi, 5 febbraio, ricorre la seconda giornata contro lo spreco alimentare, che prevede l'introduzione di misure di prevenzione e riduzione dello spreco da parte del Ministero dell'Ambiente. 
Se ne occupa anche "Last Minute Market" (gruppo nato all'interno dell'Università di Bologna) con iniziative che durano tutto l'anno fin dal 2010. 

venerdì 30 gennaio 2015

Fermiamo i massacri di Boko Haram

Dopo i massacri in Nigeria, si chiede all'ONU di intervenire con una risoluzione ed azioni concrete per proteggere la popolazione civile e fermare le forze responsabili della violazione dei diritti umani. 

mercoledì 28 gennaio 2015

Emergenza Adriatico - Pochi giorni per fermare le trivelle croate

La Croazia sarebbe in procinto di estrarre petrolio in Adriatico, mettendo così a rischio l'ecosistema e il turismo (anche italiani) in caso di minime perdite. Pertanto la raccolta firme invita ad essere prudenti. 
Certo l'Italia non sta dando il buon esempio con l'Abruzzo... 

lunedì 26 gennaio 2015

Impediamo che blocchino i farmaci a basso costo

L'iniziativa punta a raccogliere 1 milione di firme per chiedere ai Presidenti di USA e India di garantire l'accesso della popolazione indiana a farmaci per Hiv, malaria e cancro, nonostante la minaccia delle multinazionali che promettono sanzioni per gli Stati Uniti qualora non venisse concesso loro di alzare i prezzi. 

mercoledì 21 gennaio 2015

Iran: stop ai maltrattamenti delle attiviste della campagna Un milione di firme

In Iran non c'è tregua per gli uomini e le donne che sostengono la campagna "Un milione di firme", lanciata diversi anni fa per contrastare la discriminazione delle donne nel Paese. 
Amnesty raccoglie firme per chiedere che cessino i maltrattamenti e la prigionia delle persone coinvolte nell'iniziativa e leggi adeguate a tutela della popolazione femminile.

lunedì 19 gennaio 2015

#GasparriFuoriDaTwitter

Dopo le illazioni sulle volontarie rapite in Siria, la protesta per il tenore delle affermazioni fatte nel ruolo di vicepresidente del Senato è per ora su Twitter:  #GasparriFuoriDaTwitter

venerdì 9 gennaio 2015

Salviamo i macachi dello stabulario di Modena

Un gruppo di macachi allevati a scopo scientifico presso l'Università di Modena, sottoposti ad esperimenti cruenti e invasivi e destinati ad essere uccisi, contrariamente a quanto stabilito da una legge del 2014, sono in attesa di una risposta che tarda ad arrivare sull'ipotesi di cessione ad un centro di recupero. 
Firmando si chiede al Rettore di mettere fine alle sperimentazioni e attivarsi per il loro benessere. 

mercoledì 7 gennaio 2015

Giustizia e corruzione: Renzi parliamone

L'associazione Libera promuove una richiesta al Presidente del Consiglio di completare la legge anticorruzione adeguandola alle richieste dell'Europa ed inserendo alcune voci. Le più importanti, sollecitate da lungo tempo, riguardano l'inasprimento delle sanzioni per i reati di mafia e di scambio elettorale politico-mafioso, il rafforzamento dell'Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, l'istituzione del 21 marzo di ogni anno come Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.