giovedì 29 dicembre 2016

Salviamo Aleppo, today! Tomorrow will be too late for them.

Ad Aleppo sono ripresi i bombardamenti dopo lo stop del 13 dicembre. Ancora tanti civili devono evacuare dalle zone di combattimento. 
Questa iniziativa è rivolta al Neoministro degli esteri Alfano e al Neopresidente del Consiglio Gentiloni perché si attivino per una nuova sosta ed un nuovo esodo. 

mercoledì 14 dicembre 2016

Il piano incredibilmente stupido dell'Australia

Il governo australiano sarebbe prossimo a prestare molto denaro per sostenere il progetto di costruzione di un complesso per l'estrazione ed il trasporto di carbone a fianco della barriera corallina, ad opera di una multinazionale. Se ne chiede lo stop per il potenziale rischio ambientale a danno di tutto il Pianeta: https://secure.avaaz.org/campaign/it/australia_epically_stupid_plan_it2/

venerdì 2 dicembre 2016

Leader mondiali: proteggete metà del Pianeta

Secondo gli scienziati sarebbe iniziata la fase di estinzione di massa del Pianeta che potrebbe mettere seriamente a rischio nei prossimi anni l'ecosistema e la biodiversità. In questi giorni è previsto un vertice tra i leader mondiali per valutare come gestire il problema. Firmando si chiede loro di agire per proteggere almeno il 50% della Terra entro il 2020:

mercoledì 30 novembre 2016

Stop all'uso del mercurio nei nostri denti

Dopo che il Parlamento Europeo si è espresso per l'abbandono del mercurio in odontoiatria dal 2023, la legge deve confrontarsi ora con la Commissione ed il Consiglio Europei, che potrebbero allegerire la risoluzione. Per mantenere alta l'attenzione e la pressione, si può chiedere al Ministro della Salute Lorenzin e al Presidente della Commissione Juncker di rispettare la risoluzione: https://www.change.org/p/beatrice-lorenzin-stop-al-mercurio-nei-nostri-denti

lunedì 28 novembre 2016

Punizioni severe contro chi commette atti di bullismo

Richiesta al Ministro della Giustizia, al Presidente del Consiglio e al Tribunale dei Minori di rendere severe le pene per gli atti di bullismo, di cui risulterebbero vittime secondo l'Istat il 50% degli adolescenti 

venerdì 25 novembre 2016

Buy nothing day 2016

Oggi è l'annuale giornata del non acquisto, una disintossicazione simbolica dalla corsa al consumismo. 

lunedì 21 novembre 2016

Subito un piano nazionale contro l'antibiotico resistenza

Il fenomeno dell'antibiotico resistenza ci espone a gravi rischi per la salute. In parte dipende dall'uso indiscriminato di antibiotici negli allevamenti intensivi. 
Per questo la richiesta al Ministro della Salute e al Direttore Generale della sanità e dei farmaci veterinari di avviare un monitoraggio della situazione, lavorare per ridurne l'utilizzo e per modificare i metodi di allevamento che che non favoriscono il benessere degli animali.

giovedì 17 novembre 2016

Governi mondiali: salvate l'accordo di Parigi

Date le intenzioni manifestate dal futuro Presidente Trump di retrocedere dagli accordi climatici, è nata una richiesta da cittadini ai principali leader mondiali di attivarsi per portare le energie rinnovabili al 100% e mostrare agli USA come ciò sia anche nel loro interesse. 

giovedì 10 novembre 2016

INTERNATIONAL CAMPAIGN AGAINST MICROBEADS IN COSMETICS

Molti dei prodotti cosmetici (creme, dentifrici, saponi,...) che acquistiamo abitualmente contengono piccole sfere di plastica dette "microgranuli" potenzialmente molto dannose per l'ambiente e per la catena alimentare. 
Obama se ne è già occupato con una legge che li metterà al bando dal 2017, in Europa siamo ancora in fase di riflessione... 
L'unica campagna attualmente in atto è questa: http://www.beatthemicrobead.org/en/.
E' possibile verificarne la presenza prima dell'acquisto tramite una app per smartphone. 
Contestualmente greenpeace ha stilato un elenco di aziende in base all'utilizzo che ne fanno e una classifica sul loro impegno ad eliminarli.

lunedì 31 ottobre 2016

Salva il suolo

testata facebook











Legambiente, Wwf e molti altri enti di riferimento del no-profit, propongono di chiedere una legge in Europa che tuteli e preservi il suolo, bene essenziale per la nostra vita e per la salute del Pianeta. 


lunedì 17 ottobre 2016

Salvate le ultime tigri!

In Bangladesh alcune grandi banche stanno finanziando la costruzione di una centrale a carbone vicino alla foresta dove vivono le ultime tigri del Bengala. L'UNESCO, che l'ha dichiarata patrimonio dell'umanità, vede in questa centrale una minaccia alla biodiversità e l'ONU è in procinto di condannare l'iniziativa. 
Per chiederne lo stop si può firmare qui: https://secure.avaaz.org/campaign/it/the_last_tigers_loc_pa/

giovedì 13 ottobre 2016

Urgentissimo: la sposa bambina condannata a morte

La sua storia è diventata famosa, negli anni è stata riportata dalla stampa più volte e varie iniziative si sono mosse in sua difesa.
Questa ragazza curdo-iraniana all'epoca 15enne si sposò con un uomo di cui denunciò, senza ascolto, i maltrattamenti e cui chiese invano il divorzio. Lo uccise quando aveva 17 anni con una coltellata. Sostiene di essere stata torturata dalla polizia che la arrestò. Le venne assegnato un avvocato d'ufficio solo il giorno dell'udienza, su indicazione del quale si dichiarò colpevole. 
Dopo un processo che non ha tenuto conto dell'età in cui accadde il fatto né delle sue dichiarazioni successive (ha ritrattato la confessione indicando un altro responsabile che avrebbe agito per difenderla), negandole un avvocato e ignorando le sue condizioni di grave depressione documentate da Amnesty, è stata definitivamente condannata a morte ignorando la Convenzione Internazionale per i Diritti dei Bambini cui l'Iran aderisce. 
La sua esecuzione è prevista per oggi, giovedì 13 ottobre 2016. Amnesty ha lanciato un'ulteriore petizione in extremis: https://www.amnesty.org.uk/actions/child-bride-faces-execution-demand-justice-iran-death-penalty.
Con l'occasione Amnesty segnala che altre 13 minorenni attendono la pena capitale in Iran, ulteriore ragione per far sentire la propria voce. 

mercoledì 12 ottobre 2016

martedì 11 ottobre 2016

No all'azzardo sponsor della Nazionale

Intralot, agenzia di scommesse (vietate ai minori), sarà il nuovo sponsor della Nazionale di calcio, dando luogo ad un abbinamento piuttosto stridente tra i valori dello sport e quelli di una ricchezza che spesso diventa piaga sociale. 

venerdì 7 ottobre 2016

Ue: non investire nelle armi

La petizione chiede all'Ue di investire in progetti che cerchino soluzioni alternative alle guerre e non in sviluppo di tecnologia militare. 
 https://act.wemove.eu/campaigns/ue-non-investire-nelle-armi

mercoledì 5 ottobre 2016

Italia: proteggete i bambini di Aleppo, ora!

Continuano le morti di civili e bambini in Siria. Una petizione chiede ora ai Governi di Italia, Siria, Francia, Gran Bretagna, Turchia ed altri, di creare una no-fly zone su Aleppo e la Siria del nord, risparmiando i civili dai bombardamenti e favorendo l'arrivo degli aiuti umanitari. 

lunedì 3 ottobre 2016

End Amazon crude

Per chiedere che le raffinerie smettano di estrarre il greggio dalla foresta Amazzonica, a vantaggio delle popolazioni indigene, dell'ambiente e della stabilità del clima, una nuova campagna promosso da Amazon Watch: http://amazonwatch.org/take-action/end-amazon-crude

venerdì 30 settembre 2016

Basta accise anacronistiche sulla benzina: non vogliamo più pagare l'iva illegittima



Da tempo si parla delle assurde voci che vengono finanziate con la benzina, a partire dalla guerra d'Etiopia finita nel 1936. L'elenco di queste tasse vale assolutamente una lettura. 
La petizione chiede al Ministro dell'Economia, al Presidente del Consiglio, all'Agenzia dei Monopoli di Stato e ad un'associazione di consumatori di rivedere queste "emergenze" ormai superate e di eliminare l'iva sulle tasse in quanto costituzionalmente illegittima. Infine chiede di prevedere uno strumento per il rimborso di quanto versato e non dovuto. https://www.change.org/p/ministro-dell-economia-e-delle-finanze-pier-carlo-padoan-bastaaccise-anacronistiche-sulla-benzina-non-voglio-pagare-pi%C3%B9-l-iva-illegittima

mercoledì 28 settembre 2016

No alla cancellazione della data di scadenza per l'olio extravergine di oliva

In Parlamento è all'esame una proposta per togliere la data di scadenza dell'olio extravergine di oliva ai 18 mesi dall'imbottigliamento, a cui si aggiunge la norma europea che abolirebbe la diversa etichettatura cromatica per gli oli italiani. Questo costituirebbe un ulteriore danno ai nostri produttori e la diffusione di prodotti non trasparenti e di bassa qualità. 
La petizione per fermare la legge è indirizzata al Parlamento e ad un'altra deputata.

lunedì 26 settembre 2016

Giustizia per Berta Caceres

Berta Caceres era un'attivita  honduregna, piuttosto nota, che ha lottato tutta la vita in difesa delle popolazioni indigene e a difesa dell'ambiente; è stata ammazzata l'inverno scorso. 
berta
Con una email possiamo chiedere al Governo dell'Honduras di indagare sulla sa morte e quella di altri attivisti nel Paese prima di lei, di tutelare i familiari che ora rischiano al suo posto, di espellere le imprese e i finanziatori responsabili di violazioni dei dritti umani e sospesi i loro progetti, che agli attivisti venga garantita protezione. 

giovedì 22 settembre 2016

Fermiamo la deriva autoritaria in Turchia


Ancora adesso in Turchia è sospesa la Convenzione Europea sui Diritti dell'Uomo, si ipotizza il ripristino della pena di morte, è "abolito" il dissenso nella stampa, nelle scuole, nell'università e persino nella magistratura. 
La richiesta di interventi e prese di posizione in Europa è rivolta all'Alto Rappresentante per gli Affari Esteri Federica Mogherini e sottoscritto dal mondo dell'associazionismo (Legambiente, Gruppo Abele, Arci, Libera, CGIL, UGL, Mani Tese,....). 

martedì 20 settembre 2016

lunedì 12 settembre 2016

Fermiamo l'airgun, salviamo i cetacei



Legambiente promuove la richiesta al Governo di cessare l'utilizzo di questo sistema di ricerca degli idrocarburi nel mare, che provocando rumori fortissimi danneggia gli organi e talvolta porta al decesso della popolazione marina. Dimostrato il legame con la morte di alcuni cetacei e la drastica riduzione di pescato. https://www.change.org/p/fermiamo-l-airgun-salviamo-i-cetacei-stopoilairgun

venerdì 9 settembre 2016

Via l'olio di palma contaminato con sostanze cancerogene dal latte in polvere per neonati

L'EFSA (European Food Safety authority) ha riconosciuto la presenza di cancerogeni nell'olio di palma. Alla luce di ciò e tenendo conto dei rischi ambientali già sollevati dalla precedente campagna che chiedeva lo stop all'olio di palma (grande successo), il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade lanciano una nuova iniziativa destinata ai principali produttori di latte in polvere. 

mercoledì 7 settembre 2016

Papua Nuova Guinea: fermate la miniera sul fondale oceanico

A proposito del precedente post, il governo della Papua Nuova Guinea ha autorizzato la prima estrazione mineraria sul fondale oceanico, con potenziali effetti devastanti sull'ecosistema e non solo. Qui la petizione per chiedere la cancellazione del progetto: https://secure.avaaz.org/it/png_nautilus_loc/

lunedì 5 settembre 2016

Leader mondiali: proteggete il 30% degli oceani

La richiesta ai leader mondiali è di raggiungere il 30% di aree marine protette entro il 2030, per garantire la sopravvivenza dell'ecosistema. 

venerdì 2 settembre 2016

Mettiamo l'Italia in sicurezza, subito!

Partendo dalla constatazione di fondi nel tempo sempre più esigui per la prevenzione dei rischi, questa iniziativa chiede al Governo:
- di attuare un piano nazionale straordinario di contrasto del rischio idrogeologico,
- l'attuazione del "Fascicolo del fabbricato",
- una formazione fin dalla scuola primaria sui rischi sismici e ambientali. 

mercoledì 31 agosto 2016

Il progresso può uccidere

Survival lancia un appello al Presidente delle Nazioni Unite, perché riconosca il diritto alle popolazioni indigene di vivere nei loro territori senza progetti "di sviluppo" che possano danneggiarli. Perché ciò avvenga i Governi dovrebbero applicare la Dichiarazione ONU sui diritti dei popoli indigeni (2008). 

lunedì 29 agosto 2016

Stop the trucks

Nuova campagna che si concentra sul trasporto di animali vivi all'interno e fuori dall'UE su lunga distanza, essendo dimostrato che oltre le 8 ore le condizioni di viaggio non sono più idonee e verificandosi abitualmente tratte anche di 30 ore. 
L'iniziativa internazionale chiede di porre le 8 ore come limite di durata del trasporto.  

mercoledì 24 agosto 2016

Per la carta dei diritti universali del lavoro

La CGIL propone una legge di iniziativa popolare che garantisca alcuni diritti per ogni tipo di lavoratore, compresi i giovani in tirocinio. Si parla di diritto al lavoro, di innovazione, di tutela dell'ambiente e del territorio.  
Le condizioni di lavoro devono essere dignitose, scritte e trasparenti, vanno garantiti compensi equi, libertà di espressione, sicurezza e rispetto della salute, almeno 11 ore giornaliere e 24 ore consecutive settimanali di riposo nonché 4 settimane l'anno di ferie, forme di riduzione dell'orario e del servizio per necessità familiari, pari opportunità e non discriminazione, diritto alla riservatezza, all'informazione, soluzioni per disabilità, congruo preavviso in caso di modifica delle condizioni contrattuali, formazione, pensione, rappresentanza sindacale ed altro. http://www.progressi.org/cartadeidiritti


lunedì 22 agosto 2016

Basta fondi europei alla Turchia



Internet pullula di ogni sorta di petizioni per il ripristino dei diritti umani fino all'esclusione della Turchia dall'Unione Europea. 
Quella che mi pare abbia maggiore successo ad ora è questa:
Chiede all'Europa di aprire procedure per verificare il rispetto dei diritti umani e di legare il flusso di fondi europei in arrivo alla soluzione delle infrazioni eventualmente accertate.

martedì 5 luglio 2016

Chiudere il poligono base militare de Il Salto di Quirra

In questa località della Sardegna l'Italia sta conducendo sperimentazioni di tipo bellico in collaborazione con gli USA. Nella zona è stata riscontrata la presenza di Uranio impoverito, gli animali e i bambini nascono malformati, vi è un'alta incidenza di tumori. 
La richiesta di chiuderla verrà inviata al Ministro della Difesa e al Presidente del Consiglio: https://www.change.org/p/chiudere-il-poligono-base-militare-de-il-salto-di-quirra-sardegna

venerdì 1 luglio 2016

Salviamo pulcini e galline dal TRITACARNE da VIVI....

Mi avevano parlato di questa realtà ma non immaginavo si trattasse di una pratica diffusa anche nell'avanzato mondo occidentale... Il video però parla da solo. 
Ecco perché vi segnalo la petizione che chiede il riconoscimento di animali da compagnia per polli e galline in modo da vietare trattamenti come la triturazione, la castrazione ed altro su animali vivi e non anestetizzati. 

mercoledì 29 giugno 2016

Chiudiamo gli allevamenti intensivi

Bisognerebbe aver visto com'è un allevamento intensivo e allora si correrebbe a firmare questa petizione e si proverebbe a cambiare le proprie scelte alimentari...
La richiesta è rivolta al Ministro della Salute Lorenzin e delle Politiche Agricole Martina, affinché si attivino rapidamente per la chiusura degli allevamenti intensivi in quanto non garantiscono benessere per gli animali né per chi mangia le loro carni, oltre ad un invito a ridurne il consumo come scelta di sostenibilità. 


lunedì 27 giugno 2016

Aprire canali sicuri per i rifugiati

Amnesty International lancia una petizione per chiedere al Presidente del Consiglio di attivarsi aprendo canali sicuri e legali per i rifugiati e richiedenti asilo e favorendo la condivisione delle responsabilità tra i Paesi ricchi. http://appelli.amnesty.it/canali-sicuri-per-i-rifugiati/

mercoledì 22 giugno 2016

H&M non mantiene le promesse

Web_banner_hm
Ricordando le vicende del Rana Plaza in Bangladesh, sotto la pressione della campagna "Abiti puliti", H&M si era impegnata a migliorare le condizioni di lavoro e a rendere sicure le aziende nelle quali nascono i propri prodotti. A 3 anni di distanza ciò è avvenuto solo in 4 aziende su 1600. 
Firmando si sollecita H&M a far fede alle promesse: http://www.abitipuliti.org/blog/2016/04/11/hm-non-mantiene-le-promesse/

lunedì 20 giugno 2016

#WithRefugees


In occasione della giornata mondiale del Rifugiato segnalo l'appello dell'UNHCR che chiede ai Governi di garantire un'educazione a ogni bambino rifugiato, un posto sicuro in cui vivere per le famiglie e l'opportunità per ciascuno di essi di rendersi utile alla comunità. http://www.unhcr.org/refugeeday/it/petizione/

venerdì 17 giugno 2016

CETA: democrazia sotto attacco!


L'accordo di libero scambio tra Europa e Canada richiama in parte il TTIP, prevedendo agevolazioni che potrebbero portare le multinazionali ad aggirare le normative di sicurezza alimentare ed ambientale. Il Governo Italiano ha deciso di sottrarlo al voto dei Parlamenti nazionali.

Per questo Greenpeace invita a mandare un tweet ai Presidenti di Camera e Senato, al Ministro dello Sviluppo Economico e al Presidente del Consiglio.

.@Carlocalenda @matteorenzi La democrazia non si svende! Vogliamo il #CETA al vaglio dei Parlamenti Nazionali! #StopCETA #StopTTIP
.@Lauraboldrini @PietroGrasso vogliamo verifica parlamentare per il #CETA! A rischio democrazia e standard di sicurezza #StopCETA #StopTTIP

lunedì 13 giugno 2016

Per una televisione a colori

Un papà di origine non italiana, residente qui da più di 30 anni, chiede sostegno per il suo appello rivolto al Ministro della Cultura Franceschini e al Direttore della Rai, perché in tv si superi il modello stereotipato che porta a vedere immagini di bimbi di colore solo quando muoiono di fame in Paesi poveri. https://www.change.org/p/per-una-televisione-a-colori

venerdì 10 giugno 2016

L'Artico ha bisogno della tua voce!

Il 20 giugno si decide sull'istituzione nell'Artico della prima zona marina protetta., decisione importante sia per preservarne la biodiversità sia per la sua funzione di regolatore del riscaldamento del Pianeta. 
Si firma qui per sostenere questa ipotesi: https://www.savethearctic.org/it/voices/ 

martedì 7 giugno 2016

Vanno risolte le cause!

Sul sito di oxfam sono presenti due petizioni piuttosto simili se non identiche, che chiedono ai Governi europei dell'Unione di intervenire sulle cause dell'ondata migratoria.

venerdì 3 giugno 2016

Italia: 5 giorni per fermare il glifosato!

Non sono più 5... si vota lunedì 6. In queste ore però i Ministri competenti devono decidere se rinnovare il parere contrario o consentirne l'uso in Italia. 
Per questo alla pagina https://secure.avaaz.org/it/glyphosate_eu_vote_sam_italy_2/ sono presenti i dati per telefonare e argomentare il proprio parere contrario, così da mantenere forte la pressione. 

martedì 31 maggio 2016

Stop plastic in the sea

STOP PLASTIC IN THE SEA (Versione Italiana)La petizione è rivolta all'Unione Europea perché elabori regolamenti più restrittivi per prevenire e contenere la presenza di rifiuti plastici nei mari, anche incentivando produzioni biodegradabili.

lunedì 30 maggio 2016

Fermiamo la castrazione dei suini senza anestesia

In Italia i maialini vengono castrati, gli vengono tolti i denti e la coda, senza anestesia. 
Siamo uno degli ultimi 4 Stati dell'Unione a portare avanti ancora queste pratiche, che dovranno terminare solo nel 2018, secondo accordi. 
Firmando si chiede al Ministro Lorenzin e al Ministro Martina di ratificare l'accordo e di attivarsi per l'utilizzo delle alternative già esistenti: https://www.change.org/p/fermiamo-la-castrazione-dei-suini-senza-anestesia-maumartina-bealorenzin


mercoledì 25 maggio 2016

lunedì 23 maggio 2016

Fermate il festival della carne di cane di Yulin!

Si avvicina la festa in cui i cani, in Cina, vengono massacrati poi spellati e venduti per essere mangiati. 
Ci sono due diverse campagne, una su avaaz ed una su change. 
Entrambe chiedono al Presidente della Cina, al governatore della provincia di Guangxi Chen Wu e ai suoi membri, di mettere fine a questo massacro. 
https://www.change.org/p/annullate-il-festival-della-carne-di-cane-di-yulin-a-guangxi-in-cina

https://secure.avaaz.org/it/stop-the-puppy-slaughter_loc


venerdì 20 maggio 2016

Tonno in trappola. Mareblu non rispetta le promesse.

Greenpeace ha filmato la pesca non sostenibile del tonno da parte di Mareblu. Si può chiedere a Mareblu di mantenere le promesse fatte e garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori, essendo il marchio legato ad alcuni episodi di violazione dei diritti umani: http://www.greenpeace.it/tonnointrappola

giovedì 19 maggio 2016

Russia: sì alla più grande riserva marina del mondo!

Manca solo la Russia per creare la riserva marina più grande del mondo in Antartide, dove vivono fra gli altri cetacei e pinguini, nonché un sito di ricerca scientifica. Per non perdere l'occasione si può firmare l'appello al presidente Putin.

lunedì 16 maggio 2016

Ferma i safari umani


Nelle isole Andamane, territorio indiano, migliaia di turisti ogni giorno percorrono la strada che attraversa la riserva di una tribù locale (che la Corte Suprema indiana ha ordinato di chiudere nel 2002) e in taluni casi i suoi membri sono stati costretti a dare spettacolo. 


Veicoli in coda per entrare nella riserva degli Jarawa lungo la strada Andaman Trunk Road.
Il sito di Survival ospita due diverse iniziatie:

- la prima riguarda il boicottaggio turistico http://www.survival.it/petizioni/boicottaggio-andamane
- la seconda sollecita il governo indiano a chiudere la strada http://www.survival.it/e-mail/safari-umani.

venerdì 13 maggio 2016

Matteo Renzi: sfida l'ingiustizia, basta ai paradisi fiscali per dire basta alla povertà

Italia image 922 full
Per chiedere al nostro governo di lavorare con gli altri governi del mondo ad una riforma del sistema fiscale, in modo che tutti possano beneficiarne e si riducano le sperequazioni di ricchezza: https://act.oxfam.org/italia/basta-con-i-paradisi-fiscali
La proposta è scandita in 5 punti precisi,

mercoledì 11 maggio 2016

So tutto di te

CGIL_WebFlyer-02Dalla Filctem di Firenze (federazione lavoratori tessile e pelletteria, chimico, farmaceutico, dell'energia e del manifatturiero) è nata una nuova iniziativa: si tratta di un appello per la tracciabilità dei capi di abbigliamento e degli accessori, così da favorire la produzione legale e sostenibile ed il rispetto dei diritti umani. http://www.sotuttodite.org/appello/

mercoledì 4 maggio 2016

Ferma il TTIP!

Da qualche anno è in corso la trattativa semisegreta tra USA ed Europa per stabilire le nuove regole del commercio. L'allarme per i cittadini, diffusa già da tempo, è per il rischio di veder sparire le norme preventive rispetto ad ogm, pesticidi, ormoni nella carne, etichettature che permettano scelte consapevoli. La recente pubblicazione di molte pagine del trattato ha confermato ed aumentato l'allarme. 
Per questo è prevista una manifestazione a Roma il 7 maggio ed una raccolta firme per i Parlamentari europei. 
Il link per firmare è in fondo alla pagina. 

martedì 3 maggio 2016

Basta animali vivi nei portachiavi

tartarughe portachiaviIn Cina pare diffusa la vendita di pesci, tartarughe d'acqua e altri animali, chiusi in sacchetti di plastica sigillati e contenenti cristalli di ossigeno da usare come portachiavi, La notizia è apparsa anche sui nostri quotidiani. Una prima petizione per contrastare il fenomeno è disponibile qui:  http://firmiamo.it/basta-animali-vivi-come-portachiavi.

mercoledì 27 aprile 2016

Belgio: impedite un'altra Chernobyl!












Nel 30° anniversario dal disastro nucleare di Chernobyl, numerose sono le iniziative legate al tema. 
Tra queste segnalo la richiesta al governo belga (e al ministro per l'ambiente tedesco nonché ai governi europei) di procedere ad una valutazione d'impatto dei reattori attualmente attivi nonché di chiudere definitivamente due vecchi reattori che, da poco riavviati, hanno già mostrato segnali di rischio.

giovedì 14 aprile 2016

Stop ai disboscamenti illegali nei fiumi!

Ho assistito in prima persona allo scempio fatto l'anno scorso lungo il fiume Savena, in Emilia-Romagna e come molti altri mi sono chiesta se una simile distruzione fosse davvero necessaria, per scoprire in un secondo tempo che effettivamente non rispettava i parametri fissati dalle leggi regionali. Le firme raccolte con questa petizione andranno al Presidente Bonaccini chiedendo maggiori controlli e piani pluriennali di riqualificazione fluviale. 

lunedì 11 aprile 2016

Fermiamo il land grabbing

La piattaforma di Acionaid ospita due raccolte firme molto simili: la prima riguarda un territorio della Tanzania che verrà espropriato da una ditta svedese senza il consenso della popolazione che di quella terra vive: https://petizioni.actionaid.it/campagna/landfortanzania/.
LANDfor Tanzania - Huba, agricoltrice della regione di BagamoyoLANDfor Tanzania
La seconda riguarda ancora l'esproprio di un territorio in Senegal, anche in questo caso contro la volontà della popolazione locale che ci vive e ne vive, ad opera di un gruppo italiano. Ci sono stati vari scontri e vari "raggiri" di cui si può leggere anche su giornali online. 




venerdì 8 aprile 2016

Verità sull'uccisione di Giulio Regeni

La richiesta è a tutte le autorità italiane, europee ed egiziane. Si chiede di far luce sull'omicidio del giovane ricercatore italiano anche per difendere la libertà di parola, di pensiero e movimento che con tale azione sono state messe a dura prova. https://www.change.org/p/justiceforgiulio-veritapergiulio-matteorenzi-federicamog